OSSERVATORIO AFGHANISTAN

Dalla parte di chi non ha voce



Un’attivista di RAWA ha partecipato, in Turchia, alla Prima Conferenza della Gioventù Democratica del Medio Oriente

Posted on | March 30, 2015 Attivista di RAWA (viso sfocato per ragioni di sicurezza) parla alla Prima Conferenza della Gioventù Democratica del Medio Oriente

RAWA.org, 28.03.2015
La conferenza ha dato voce ai giovani impegnati nelle lotte rivoluzionarie per la libertà, la democrazia e il progresso nei loro paesi.

Share on Facebook

Introdurre i diritti nella relazione tra gli Stati Uniti e l’Afghanistan

Posted on | March 29, 2015 HRW_Gossman

Patricia Gossman 24 marzo 2015 Pubblicato su Haffington Post, responsabile della ricerca sull’Afghanistan per Human right Watch
Quando il Presidente afghano Ashraf Ghani ha parlato al Congresso degli Stati Uniti questa settimana, il suo impegno governativo sui diritti umani è apparso come un accenno momentaneo nel suo discorso – ma date le sfide formidabili che l’Afganistan affronta per proteggere i diritti umani fondamentali, meriterebbe molto di più di ciò.

Share on Facebook

Afghanistan, presenza duratura

Posted on | March 27, 2015 american+soldiers

Enrico Campofreda 25 marzo 2015 dal suo Blog
Nell’intervento tenuto ieri alla Casa Bianca il presidente afghano Ghani ha avallato la dichiarazione del presidente americano Obama che vuole mantenere sul territorio un certo numero di suoi soldati. Il motivo addotto sono ovviamente le ragioni di sicurezza che evidenziano l’impreparazione del pur cospicuo esercito locale, spesso infiltrato da miliziani talebani autori di agguati dall’interno, vestendo la divisa delle Forze armate.

Share on Facebook

Karim Haidari, giornalista afghano della BBc scrive una lettera dopo il linciaggio di Farkhunda: “Mi sento colpevole di essere uomo”

Posted on | March 27, 2015 _81899272_81899271

Silvia De Santis, 26 marzo 2015 The Huffington Post
“Forse mi sento colpevole per essere un uomo. O forse mi vergogno di essere Afghano. Forse mi sento colpevole di essere un uomo. Dopotutto, sono gli uomini gli artefici di tutte le guerre. O forse mi vergogno di essere un uomo Afghano. Per molti altri afghani come me… è sconvolgente vedere uomini come questi trasformarsi all’improvviso in fanatici paladini del libro sacro, capaci di atroci violenze. Quella afghana è una società con una polizia corrotta e incompetente, dove la fine della sofferenza per le donne è ancora un sogno lontano”.

Share on Facebook

I criminali che ci governano sono i responsabili del brutale assassinio di Farkhunda.

Posted on | March 27, 2015 murder-of-farkhunda

Malalai Joya 26 marzo 2015
I veri criminali di questa tragedia non sono dei farabutti come Sharf Baghlany ma quelli che siedono nel palazzo presidenziale e che sono sostenuti dagli Stati Uniti e dai loro alleati da 14 anni. Questa è la ragione per cui le forze di sicurezza e la polizia non erano solo spettatori ma coinvolti nel crimine. Ringrazio il mio popolo per le forti e vaste proteste contro questa crudeltà a sangue freddo. Come ho sempre detto e lo ripeto, vendicherò il sangue delle sfortunate Farkhunda del mio paese, rinnovando la mia promessa solenne di continuare la mia battaglia contro questi criminali e traditori che sono al potere e contro i loro padroni stranieri che sono i reali autori delle miserie della nostra gente.

Share on Facebook

Afghanistan, altro che ritiro: 10mila marine restano nel 2015

Posted on | March 25, 2015 400x225_302802

Giuliano Battiston 25 marzo 2015 Il Manifesto
Usa. Ieri l’annuncio del presidente degli Stati Uniti nella conferenza stampa con Ashraf Ghani, da alcuni giorni in visita negli Stati Uniti. «Circa 10.000 sol­dati rimar­ranno per tutto il 2015». Un bel cam­bio di mar­cia, rispetto a quanto annun­ciato nel cele­bre discorso del 27 mag­gio 2014, quando il pre­si­dente Usa aveva dato tempi e numeri pre­cisi del ritiro:

Share on Facebook
keep looking »
  • Calendario eventi

    August  2017
    Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
       
      1 2 3 4 5 6
    7 8 9 10 11 12 13
    14 15 16 17 18 19 20
    21 22 23 24 25 26 27
    28 29 30 31  
  • 5×1000 ALLE DONNE AFGHANE

    Destina il 5x1000 alle donne afghane attraverso il CISDA CF: 97381410154
  • Categorie

  • Menu di accesso