OSSERVATORIO AFGHANISTAN

Dalla parte di chi non ha voce



NGO: Stop alle deportazioni in Afghanistan delle famiglie richiedenti asilo “Le condizioni di sicurezza in Afghanistan sono peggiorate”, ha dichiarato il portavoce di Amnesty International Horia Mosadiq.

|

Posted on | April 26, 2017

+31MAG.nl, 24 aprile 2017.

Otto organizzazioni per i diritti umani, tra cui Unicef ​​e Amnesty International, hanno chiamato in causa i Paesi Bassi per smettere di deportare le famiglie con bambini piccoli in Afghanistan.

La situazione nel paese è instabile e non sicura per le famiglie. “Le condizioni di sicurezza in Afghanistan sono peggiorate”, ha dichiarato il portavoce di Amnesty International Horia Mosadiq. “Le aree un tempo protette ora non sono più sicure, e il numero di bambini uccisi è aumentato. La maggior parte delle persone vive in una situazione estremamente precaria”.
L’accordo dell’Unione europea “Joint Way Forward” firmato l’anno scorso tra l’UE e l’Afghanistan sulle deportazioni, è inaccettabile, secondo le organizzazioni.

“I Paesi Bassi hanno stretto questo accordo per deportare i rifugiati, inclusi i bambini, in Afghanistan“, ha detto la portavoce della campagna Martine Goeman. “Recentemente una famiglia con bambini piccoli e due fratelli, di cui uno 18enne, sono stati detenuti e poi deportati. Il governo olandese sta facendo delle scelte inaccettabili ».

  • Privacy

    Privacy Policy

    Informativa Cookie

  • Calendario eventi

    July  2018
    Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
       
      1
    2 3 4 5 6 7 8
    9 10 11 12 13 14 15
    16 17 18 19 20 21 22
    23 24 25 26 27 28 29
    30 31  
  • 5×1000 ALLE DONNE AFGHANE

    Destina il 5x1000 alle donne afghane attraverso il CISDA CF: 97381410154
  • Categorie

  • Menu di accesso