OSSERVATORIO AFGHANISTAN

Dalla parte di chi non ha voce



“Voglio potenziare il ruolo delle donne afghane”: un’avvocata in una missione solitaria

|

Posted on | August 5, 2018

 

 

 

 

 

 

 

 

Da Rawa, 21 febbraio 2018

Zainab Fayez, unica donna nell’ufficio del procuratore generale di Kandahar, vuole una maggiore uguaglianza nel sistema giudiziario afghano

Zainab Fayez, unica donna con la funzione di pubblico ministero nella provincia meridionale afghana di Kandahar, nell’ultimo anno ha risolto 50 casi di abusi contro le donne e ha aiutato ad arrestare 21 uomini, compresi funzionari di polizia, accusati di violenza contro le donne. Ma lei spera di vedere altre donne seguirla nella professione legale.
“Il mio obiettivo è vedere aumentare il potere delle donne afghane nella prossima generazione”, ha detto la 28enne, che ha lavorato nell’Avvocatura generale di Kandahar negli ultimi due anni. “A Kandahar è molto difficile per una donna lavorare in un ufficio, perchè è un ambiente occupato prevalentemente da uomini e le donne che lavorano sono tabù.
“Nel sistema giudiziario dell’Afghanistan la partecipazione delle donne è necessaria e dobbiamo lavorare duramente per mettere le basi per la prossima generazione di donne. Sono pronta a qualsiasi sacrificio per questa causa. ”
Diplomata alla facoltà di Sharia dell’università di Kabul, Fayez è fiera del suo lavoro per l’eliminazione della violenza contro le donne, nonostante le difficoltà che incontra.
Le Nazioni Unite hanno affermato che il sistema giudiziario dell’Afghanistan non riesce a fornire un aiuto adeguato alle donne vittime di violenza.
Orzala Ashraf Nemat, tra le principali attiviste per i diritti delle donne che ha lavorato direttamente su casi di violenza contro le donne tra il 1999-2007 in Afghanistan e nei campi profughi in Pakistan, ha detto che gli atteggiamenti devono cambiare. Ha affermato che ad esempio esiste “l’idea che la mediazione sia una scelta anti-femminile, ma questa rappresenta anche una soluzione duratura e a lungo termine alla violenza domestica” e che “dovremmo sbarazzarci di idee come quella che le vittime di stupro devono sposare i loro stupratori”.
Nonostante il suo successo nella risoluzione di dozzine di casi nella provincia di Kandahar relativi alle violazioni dei diritti delle donne riguardanti principalmente la violenza domestica, Fayez ha detto che molti altri casi sono rimasti irrisolti perché le donne non li hanno denunciati. Il sistema giudiziario afghano ha bisogno di più professionisti femminili per infondere fiducia nelle donne, che con il personale femminile si sentono più libere di discutere le loro preoccupazioni.
A Kandahar – fucina dell’ascesa al potere dei talebani negli anni ’90 – alcuni talebani hanno ucciso a colpi d’ arma da fuoco una leader dei diritti delle donne nell’aprile 2009, e l’Afghanistan è stato condannato a livello internazionale per una legge che legalizza lo stupro attraverso il matrimonio.
Fayez è l’unica donna a Kandahar a occuparsi di questioni come le spose-bambine, la violenza domestica, l’aggressione sessuale, la negazione dei diritti ereditari e l’accesso all’istruzione. Se più donne avvocato lavorassero al suo fianco, ha detto, l’impatto sarebbe molto maggiore nel raggiungimento della giustizia per le donne.
Una collega procuratrice, Maria Bashir, che lavora a più di 500 km di distanza, nella provincia occidentale di Herat, è stata insignita dell’International Women of Courage per il suo lavoro di promozione dei diritti delle donne in Afghanistan.
Fayez, che è sposata e ha un figlio di un anno e una figlia di tre anni, percorre 12 km al giorno per raggiungere il suo ufficio. Suo marito Fakhruddin ha detto che sostiene sua moglie in una società in cui è un tabù che le donne abbiano un lavoro. “Abbiamo bisogno di rompere gli stereotipi, per l’empowerment delle donne afghane”.

  • Privacy

    Privacy Policy

    Informativa Cookie

  • Calendario eventi

    August  2018
    Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
       
      1 2 3 4 5
    6 7 8 9 10 11 12
    13 14 15 16 17 18 19
    20 21 22 23 24 25 26
    27 28 29 30 31  
  • 5×1000 ALLE DONNE AFGHANE

    Destina il 5x1000 alle donne afghane attraverso il CISDA CF: 97381410154
  • Categorie

  • Menu di accesso