OSSERVATORIO AFGHANISTAN

Dalla parte di chi non ha voce



Asya Abdullah chiede un’iniativa urgente per Afrin

Posted on | March 11, 2018

Uikionlus 10 marzo 2018
La Co-presidente del Movimento per una società democratica (Tev-Dem) ha chiesto a tutti i curdi una iniziativa urgente per Afrin. Le organizzazioni curde hanno suonato i campanelli di allarme dopo che l’esercito turco e le sue bande alleate si sono avvicinate a 2 km dal centro di Afrin.

Afghanistan: Saajs, la giustizia contro il silenzio

Posted on | March 10, 2018

Enrico Campofreda dal suo Blog 10 marzo 2018
Una testimonianza sulle stragi di civili è stata raccolta dal lavoro del Saajs (Social Association Afghan Justice Seekers) impegnata a rilanciare l’apertura di processi contro i crimini di guerra che colpiscono la popolazione afghana di ogni etnìa.

Obiettivi e responsabilità di Nato e Italia in Afghanistan

Posted on | February 9, 2018

di Claudio Bertolotti, ISPI, 2 febbraio 2018
Il 2018 è il diciottesimo anno di guerra in Afghanistan, il quarto anno di operatività della missione di contro-terrorismo Freedom Sentinel e della missione a guida NATO Resolute Support Una guerra, nella sostanza persa perché non vinta, che ha visto i due principali gruppi di opposizione armata prendere possesso di molte aree del paese e le forze afghane a indietreggiare.

In Afghanistan, chi proteggerà i civili?

Posted on | January 30, 2018

Giuliano Battiston il manifesto Global Edition 27 gennaio 2018
Analisi. Le vittime stanno aumentando dopo una settimana mortale di attacchi terroristici in Afghanistan. Gli Stati Uniti e l’Europa hanno il modo di esercitare pressioni per proteggere le vittime civili, in particolare i bambini, ma hanno fatto ben poco

Abbiamo lottato per la nostra democrazia. Ora la Turchia vuole distruggerla.

Posted on | January 30, 2018

Nujiin Derik (Comandante delle YPJ (Women Protection Unit) ad Afrin, Siria) “The New York Times” 29 gennaio 2018
Io e le mie compagne e compagni delle YPJ (Women Protection Unit) e YPG (People’s Protection Unit) ci siamo battuti per anni con tutte le nostre forze per far sì che lo Stato Islamico rimanesse fuori dalla regione autonoma della Siria conosciuta con il nome di Rojava. Abbiamo tollerato gli attacchi da parte della Turchia ed evitato di rispondere al fuoco anche dopo che erano morti dei civili, per non fornire alcun pretesto per questa invasione.
Ma, nonostante questo, Erdogan ha deciso di far partire attacchi aerei e mandare carri armati e truppe in quest’area, che è stata un’isola di relativa pace nel nostro paese sconvolto dalla guerra.

“Perché i soldati italiani sono ancora in Afghanistan? Nessuno ne parla più, ma lì i morti aumentano”

Posted on | December 16, 2017

Haffingtonpost 16 dicembre 2017
Gino Strada intervistato da Diego Bianchi a #propagandalive (La7) riporta l’attenzione sulla missione italiana in Afghanistan.

keep looking »
  • Calendario eventi

    April  2018
    Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
       
      1
    2 3 4 5 6 7 8
    9 10 11 12 13 14 15
    16 17 18 19 20 21 22
    23 24 25 26 27 28 29
    30  
  • 5×1000 ALLE DONNE AFGHANE

    Destina il 5x1000 alle donne afghane attraverso il CISDA CF: 97381410154
  • Categorie

  • Menu di accesso