OSSERVATORIO AFGHANISTAN

Dalla parte di chi non ha voce



Afghanistan: Le vittime di un terribile mese di violenze devono avere giustizia

Posted on | November 7, 2017

Amnesty International UTC 31 ottobre 2017
Horia Mosadiq, Ricercatore di Amnesty International in Afghanistan, ha detto che il bombardamento che ha avuto come deliberato obiettivo civili è un crimine di guerra. Le vittime di questa ondata terribile di violenza non devono essere ridotte ad oggetto di pietà. Esse meritano giustizia.L’inesorabile violenza in Afghanistan mostra come il paese non sia sicuro. I paesi europei che hanno forzatamente rimpatriato afghani, in violazione della legge internazionale, devono fronteggiare questa realtà. Rimandando indietro le persone, le mettono in pericolo.

Is, Kabulov: Sfiducia espressa a Usa dopo vicenda elicotteri

Posted on | September 25, 2017 27881692-d9fb-41db-bf28-d3333b9da9a2_large

Velino International 21 settembre 2017 ilVelino.it fonte AGV NEWS/Sputnik Nazioni Unite
Secondo l’inviato presidenziale russo, velivoli non identificati avrebbero trasferito armi e munizioni da basi americane a militanti Is.

Accanto al popolo afghano

Posted on | June 10, 2017 afgh-2-109469_210x210

Stefano Galieni. rifondazione.it 1 giugno 2017
Gli 80 morti nel centro di Kabul non sono un evento da considerare “normale”.
Eppure il fatto che alcuni paesi europei come la Germania, l’Olanda e a breve, temiamo, anche l’Italia considerino l’Afghanistan un “paese sicuro” in cui poter rimpatriare coloro che chiedono asilo dovrebbe farci fermare un momento.
L’Afghanistan continua oggi ad essere paese da cui si fugge, per una guerra mai terminata da quasi 40 anni, per l’occupazione militare occidentale da una parte e quella delle milizie talebane dall’altra, per assenza di prospettive di vita decente.
Raccontava Malalai Joya che coloro che tornano “rimpatriati a forza” rischiano doppiamente. A chi le chiedeva se l’ISIS stesse divenendo un problema anche in Afghanistan ha risposto semplicemente:«Oggi l’Isis non è un grosso fenomeno. A comandarla sono ex talebani: cambia solo il nome e la bandiera. Ma attenzione: gli afghani che state rimpatriando in massa dall’Europa finiranno vittime della droga oppure arruolati dall’Isis e altri gruppi a 600 dollari al mese».

Afghanistan: scontri talebani-Isis per controllo Tora Bora

Posted on | June 8, 2017 image-20170608phf9079

SDA-ATS tvsvizzera.it 8 giugno 2017
Militanti talebani e dell’Isis sono impegnati da due giorni in scontri per il controllo di Tora Bora, il complesso di caverne situato nelle Montagne Bianche dell’Afghanistan orientale che fu rifugio di Osama Bin Laden.
Il governatore della provincia di Nangarhar ha confermato la battaglia in corso e reso noto che numerose famiglie hanno abbandonato l’area per timore di rimanere intrappolati negli scontri.

“Doveva finire male, è finita peggio”

Posted on | June 5, 2017 0adc38a5-2c22-4e6e-f6cd-ea09eed402c6

NIcola Carella Dinamopress 5 giugno 2017
Deportati dall’Europa in un paese in guerra ma dichiarato “sicuro”, usati come carne da cannone nella guerra contro Isis: i rifugiati afghani che le cancellerie europee non vogliono. Inchiesta sulle pericolose connessioni Berlino-Kabul-Teheran.

Non è troppo tardi

Posted on | May 23, 2017 nonèmaitardi

di Elide Mussner Pizzinini, Salto-bz
Il 15 maggio. Incontro Malalai Joya, politica e attivista afghana impegnata per i diritti della donna, cacciata dal governo afghano per aver avuto il coraggio di parlare.

keep looking »
  • Calendario eventi

    December  2017
    Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
       
      1 2 3
    4 5 6 7 8 9 10
    11 12 13 14 15 16 17
    18 19 20 21 22 23 24
    25 26 27 28 29 30 31
  • 5×1000 ALLE DONNE AFGHANE

    Destina il 5x1000 alle donne afghane attraverso il CISDA CF: 97381410154
  • Categorie

  • Menu di accesso