OSSERVATORIO AFGHANISTAN

Dalla parte di chi non ha voce



Afghanistan, l’Isis mette le radici

Posted on | May 1, 2015

Lettera 43 -Scissioni interne, vuoti di potere, disperazione: al Baghdadi trova terreno fertile. Nel Paese 6.500 combattenti. Usa in ritirata. E spuntano i primi campi di traning.

Share on Facebook

L’Isis alle porte di Kabul. Gara di terrore con i taleban

Posted on | May 1, 2015

LA STAMPA – Rivendicato il primo attacco in Afghanistan: 33 morti a Jalalabad. E nelle valli tornano sharia e sequestri: “Mai stati così brutali”.

Share on Facebook

Afghanistan, i danni collaterali dell’insorgenza

Posted on | May 1, 2015

Dal blog di Enrico Campofreda – 30.4.2015 -I due ultimi grossi attentati in Afghanistan che hanno provocato 33 vittime e oltre 100 feriti nella zona di Jalalabad, stanno facendo discutere stampa e politici locali su quale sia la matrice degli stessi.

Share on Facebook

La Casa Bianca ammette: non sapevamo che l’attacco del drone mirava a uccidere

Posted on | April 26, 2015 Reprieve

The Guardian, 23 Aprile 2015   Bersagli generici di “compound di al-Qaeda” fanno intuire che il cambiamento della politica chiesta da Obama che prevedeva ‘quasi certezza dei bersagli’ non è stata attuata La Casa Bianca ha fatto sapere che gli obiettivi degli attacchi dei droni mortali che hanno ucciso due ostaggi e due presunti membri [...]

Share on Facebook

Renzi, l’amerikano.

Posted on | April 19, 2015

17 APRILE 2015, Enrico Campofreda dal su Blog. Si resta a Shinland, o magari si torna in forze a Herat con parà e alpini. Parola di Renzi, che nel faccia a faccia con Obama lo impressione per sfrontatezza ed “energia”, così la definisce il presidente statunitense ben felice dello zelo militarista del premier italiano. Il [...]

Share on Facebook

Afghanistan, quotidiane esecuzioni alleate

Posted on | April 9, 2015 attaccanti+pakistani

Enrico Capofreda 9 aprile 2015 dal suo Blog
E’ sull’estrema insicurezza, mai citata per altro, che si basa l’accordo sulla sicurezza sottoscritto dal governo Ghani con gli Stati Uniti. Tale accordo, ormai palesemente, costituisce solo un pretesto per la conservazione in loco d’un certo numero di militari americani. Impegnati nel lavoro strategico nelle basi aeree più che nella preparazione di truppe ampiamente infiltrate di elementi insorgenti.

Share on Facebook
« go backkeep looking »
  • 5×1000 ALLE DONNE AFGHANE

    Destina il 5x1000 alle donne afghane attraverso il CISDA CF: 97381410154
  • Calendario eventi

    July  2015
    Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
       
      1 2 3 4 5
    6 7 8 9 10 11 12
    13 14 15 16 17 18 19
    20 21 22 23 24 25 26
    27 28 29 30 31  
  • Categorie

  • Menu di accesso