OSSERVATORIO AFGHANISTAN

Dalla parte di chi non ha voce



IL TRIBUNALE DEI POPOLI convocato a Palermo sulle responsabilità nei crimini commessi contro il popolo migrante da Governo italiano e UE

Posted on | November 12, 2017 Tribunale popoli image001-300x198

14 novembre 2017
Il CISDA aderisce all’appello lanciato dal Tribunale Permanente dei Popoli (TPP) di Palermo che ha avviato una sessione sulla questione delle violazioni dei diritti umani delle persone migranti e rifugiate commesse dal Governo italiano e dalla UE

Afghanistan: Le vittime di un terribile mese di violenze devono avere giustizia

Posted on | November 7, 2017

Amnesty International UTC 31 ottobre 2017
Horia Mosadiq, Ricercatore di Amnesty International in Afghanistan, ha detto che il bombardamento che ha avuto come deliberato obiettivo civili è un crimine di guerra. Le vittime di questa ondata terribile di violenza non devono essere ridotte ad oggetto di pietà. Esse meritano giustizia.L’inesorabile violenza in Afghanistan mostra come il paese non sia sicuro. I paesi europei che hanno forzatamente rimpatriato afghani, in violazione della legge internazionale, devono fronteggiare questa realtà. Rimandando indietro le persone, le mettono in pericolo.

Minori afghani: Italia, paese di transito preferito?

Posted on | September 24, 2017 Afghan-minors-foto

di Jelena Bjelica e Fabrizio Foschini

Da: AAN (Afghanistan Analysts Network), 6 settembre 2017
Sono oltre 100.000 i minori afghani non accompagnati, che hanno chiesto asilo in Europa tra il 2008 e il 2016, facendo dell’Afghanistan il paese di origine con il maggior numero di rifugiati di questa tipologia. Mentre la Germania e la Svezia hanno ricevuto di gran lunga il maggior numero di domande, l’Italia è diventata una tappa importante nel lungo viaggio verso altre destinazioni europee. La sua importanza come paese di transito è diminuita negli ultimi due anni, ma un piccolo numero di minori bloccati nei Balcani e in Grecia continuano ad arrivare alla spicciolata. Jelena Bjelica e Fabrizio Foschini di AAN (Afghanistan Analysts Network) hanno visitato Roma, Trieste e Gorizia per valutare la situazione dei minori afghani non accompagnati e studiare la nuova legge italiana varata per proteggerli.

Accanto al popolo afghano

Posted on | June 10, 2017 afgh-2-109469_210x210

Stefano Galieni. rifondazione.it 1 giugno 2017
Gli 80 morti nel centro di Kabul non sono un evento da considerare “normale”.
Eppure il fatto che alcuni paesi europei come la Germania, l’Olanda e a breve, temiamo, anche l’Italia considerino l’Afghanistan un “paese sicuro” in cui poter rimpatriare coloro che chiedono asilo dovrebbe farci fermare un momento.
L’Afghanistan continua oggi ad essere paese da cui si fugge, per una guerra mai terminata da quasi 40 anni, per l’occupazione militare occidentale da una parte e quella delle milizie talebane dall’altra, per assenza di prospettive di vita decente.
Raccontava Malalai Joya che coloro che tornano “rimpatriati a forza” rischiano doppiamente. A chi le chiedeva se l’ISIS stesse divenendo un problema anche in Afghanistan ha risposto semplicemente:«Oggi l’Isis non è un grosso fenomeno. A comandarla sono ex talebani: cambia solo il nome e la bandiera. Ma attenzione: gli afghani che state rimpatriando in massa dall’Europa finiranno vittime della droga oppure arruolati dall’Isis e altri gruppi a 600 dollari al mese».

“Doveva finire male, è finita peggio”

Posted on | June 5, 2017 0adc38a5-2c22-4e6e-f6cd-ea09eed402c6

NIcola Carella Dinamopress 5 giugno 2017
Deportati dall’Europa in un paese in guerra ma dichiarato “sicuro”, usati come carne da cannone nella guerra contro Isis: i rifugiati afghani che le cancellerie europee non vogliono. Inchiesta sulle pericolose connessioni Berlino-Kabul-Teheran.

NGO: Stop alle deportazioni in Afghanistan delle famiglie richiedenti asilo “Le condizioni di sicurezza in Afghanistan sono peggiorate”, ha dichiarato il portavoce di Amnesty International Horia Mosadiq.

Posted on | April 26, 2017

+31MAG.nl, 24 aprile 2017. Otto organizzazioni per i diritti umani, tra cui Unicef ​​e Amnesty International, hanno chiamato in causa i Paesi Bassi per smettere di deportare le famiglie con bambini piccoli in Afghanistan. La situazione nel paese è instabile e non sicura per le famiglie. “Le condizioni di sicurezza in Afghanistan sono peggiorate”, ha […]

keep looking »
  • Calendario eventi

    December  2017
    Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
       
      1 2 3
    4 5 6 7 8 9 10
    11 12 13 14 15 16 17
    18 19 20 21 22 23 24
    25 26 27 28 29 30 31
  • 5×1000 ALLE DONNE AFGHANE

    Destina il 5x1000 alle donne afghane attraverso il CISDA CF: 97381410154
  • Categorie

  • Menu di accesso