OSSERVATORIO AFGHANISTAN

Dalla parte di chi non ha voce



Afghanistan, un protettorato fondato su tonnellate di oppio.

Posted on | October 10, 2017

Il Fatto Quotidiano, di Enrico Piovesana, 9 ottobre 2017. L’eroina è tornata a uccidere nelle nostre città: 266 morti per overdose l’anno scorso, soprattutto tra i giovanissimi. L’allarme è rimbalzato su tv e giornali, che hanno parlato di droga spacciata dai nigeriani. Non un cenno all’origine di questa nuova epidemia: l’Afghanistan sotto occupazione occidentale, fonte […]

Share on Facebook

Afghanistan: la lunga guerra delle donne

Posted on | October 6, 2017 Dazebao

di Cristiana Cella, Babel online – Cospe

La guerra delle donne afgane dura da 40 anni. Nel luglio 1980, quando arrivai per la prima volta in Afghanistan, le montagne erano già popolate di combattenti. I feroci governi comunisti degli anni precedenti e la recente invasione russa avevano prodotto una dura reazione di resistenza. A Kabul, la società civile era integra e combattiva e si opponeva con tutte le sue forze all’invasione russa. Le donne ne erano parte integrante, occupavano posti di responsabilità, lavoravano, studiavano, non portavano il velo, tranne rare eccezioni, si battevano per le loro idee di libertà, di laicità, di democrazia e per i loro diritti. Furono proprio le donne, in quel primo anno di occupazione, a essere protagoniste delle manifestazioni contro i russi a Kabul.

Share on Facebook

Afghanistan, il “Grande gioco” torna di moda.

Posted on | June 1, 2017

Dal Blog di Enrico Campofreda. 1 giugno 2017 Nello scontro di lungo corso che mostra chi comanda e dove in Afghanistan, la cronaca spesso sanguinossima legata ad attentati e assalti riversati sulla popolazione civile (nell’esplosione di ieri oltre a due giornalisti e qualche funzionario le novanta vittime risultano prevalentemente passanti) supera la strategia dei conteggi. […]

Share on Facebook

Afghanistan, la terra del caos

Posted on | May 28, 2017 Afghanistan-la-terra-del-caos_medium

di Anna Toro, Unimondo.org

“Non temo la morte, quanto i rischi che possono derivare dal rimanere in silenzio di fronte a tanta ingiustizia”. Sono le parole pronunciate da Malalai Joya, attivista afghana ed ex parlamentare, durante l’incontro organizzato a Roma a maggio da “In difesa di”, la rete di oltre 30 organizzazioni italiane creata per portare all’attenzione pubblica la questione dei difensori e delle difensore dei diritti umani, di cui abbiamo già parlato su Unimondo ieri.

Share on Facebook

Una vita in pericolo per difendere i diritti Umani: incontro con Malalai Joya

Posted on | May 6, 2017 volantino

Gruppo donne del presidio NoDalMolin 6 maggio 2017
Una vita in pericolo per difendere i diritti Umani: incontro con Malalai Joya, già parlamentare afghana e strenua sostenitrice dei diritti delle donne. Venerdì 12 maggio 2017 alle ore 18.00 presso il bocciodromo in via Rossi, 198 – Vicenza

Share on Facebook

Paura e dubbi per il ritorno del “macellaio di Kabul” per colloqui di pace.

Posted on | May 5, 2017 3957

Sune Engel Rasmussen The Guardian Kabul 4 maggio 2017
Gulbuddin Hekmatyar, uno dei più famosi signori della guerra afghani, accusato di molteplici attacchi terroristici e crimini di guerra è tornato trionfalmente a Kabul, perdonato dal governo afghano, come parte dell’accordo di pace.
Per alcuni questo rientro ha riportato alla mente la guerra civile degli anni ’90, quando la capitale era bombardata dalle varie fazioni in guerra.
Il gruppo Hezb-i-Islamisi di Hekmatyar si pensa abbia distrutto e ucciso più di ogni altro signore della guerra. Primeggia tra tutti per un primato assoluto di abusi sui diritti umani. Oltre a bombardamenti indiscriminati su civili è accusato di assassini di intellettuali, femministe e sostenitori della casa reale. I suoi seguaci hanno diretto luoghi di tortura in Pakistan e gettato acido sulle donne.

Share on Facebook
keep looking »
  • Calendario eventi

    October  2017
    Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
       
      1
    2 3 4 5 6 7 8
    9 10 11 12 13 14 15
    16 17 18 19 20 21 22
    23 24 25 26 27 28 29
    30 31  
  • 5×1000 ALLE DONNE AFGHANE

    Destina il 5x1000 alle donne afghane attraverso il CISDA CF: 97381410154
  • Categorie

  • Menu di accesso