OSSERVATORIO AFGHANISTAN

Dalla parte di chi non ha voce



Il paradosso umanitario, le ONG alimentano le guerre?

Posted on | December 24, 2017

di Matteo Zola, East Journal, 13 dicembre 2017
Le Ong sono una parte importante della cooperazione internazionale, ma presentano aspetti contraddittori e discutibili. Questo articolo è un contributo alla riflessione su questi temi

In Afghanistan tira solo la droga

Posted on | December 2, 2017

di Mario Sommossa, it.sputniknews, 29 Novembre 2017
Nell’Afghanistan Opium Survey 2017, l’Ufficio delle Nazioni Unite per la Droga e il crimine (UNODC) ha certificato che la produzione di oppio nel Paese è cresciuta dell’87% dal 2016 al 2017.

COMUNICATO STAMPA DI MALALAI JOYA

Posted on | October 27, 2017 22728980_10155645159711271_6425844911463892402_n

da pagina facebook di Malalai Joya
comunicato stampa di Malala Joya a seguito dell’annuncio da parte di Stati Uniti della “Nuova Strategia Americana per l’Afganistan”

7 OTTOBRE 2017: APPELLO PER AZIONE GLOBALE CONTRO LE BASI MILITARI

Posted on | September 17, 2017 317877_10150334309989209_1947480852_n

dal sito: itstimetoresist.org
Appello lanciato da NodalMolin, Co-sponsorizzato da Global Network Against Weapons and Nuclear Power in Space A FORAS – contra a s’ocupatzione militare de sa Sardig, per una settimana internazionale di protesta per fermare la militarizzazione dello spazio dal 7 al 14 ottobre. CISDA ADERISCE E INVITA ALL’ADESIONE – 7 ottobre 2017 come la PRIMA AZIONE ANNUALE GLOBALE CONTRO LE BASI MILITARI.

Accanto al popolo afghano

Posted on | June 10, 2017 afgh-2-109469_210x210

Stefano Galieni. rifondazione.it 1 giugno 2017
Gli 80 morti nel centro di Kabul non sono un evento da considerare “normale”.
Eppure il fatto che alcuni paesi europei come la Germania, l’Olanda e a breve, temiamo, anche l’Italia considerino l’Afghanistan un “paese sicuro” in cui poter rimpatriare coloro che chiedono asilo dovrebbe farci fermare un momento.
L’Afghanistan continua oggi ad essere paese da cui si fugge, per una guerra mai terminata da quasi 40 anni, per l’occupazione militare occidentale da una parte e quella delle milizie talebane dall’altra, per assenza di prospettive di vita decente.
Raccontava Malalai Joya che coloro che tornano “rimpatriati a forza” rischiano doppiamente. A chi le chiedeva se l’ISIS stesse divenendo un problema anche in Afghanistan ha risposto semplicemente:«Oggi l’Isis non è un grosso fenomeno. A comandarla sono ex talebani: cambia solo il nome e la bandiera. Ma attenzione: gli afghani che state rimpatriando in massa dall’Europa finiranno vittime della droga oppure arruolati dall’Isis e altri gruppi a 600 dollari al mese».

Afghanistan: scontri talebani-Isis per controllo Tora Bora

Posted on | June 8, 2017 image-20170608phf9079

SDA-ATS tvsvizzera.it 8 giugno 2017
Militanti talebani e dell’Isis sono impegnati da due giorni in scontri per il controllo di Tora Bora, il complesso di caverne situato nelle Montagne Bianche dell’Afghanistan orientale che fu rifugio di Osama Bin Laden.
Il governatore della provincia di Nangarhar ha confermato la battaglia in corso e reso noto che numerose famiglie hanno abbandonato l’area per timore di rimanere intrappolati negli scontri.

keep looking »
  • Calendario eventi

    January  2018
    Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
       
    1 2 3 4 5 6 7
    8 9 10 11 12 13 14
    15 16 17 18 19 20 21
    22 23 24 25 26 27 28
    29 30 31  
  • 5×1000 ALLE DONNE AFGHANE

    Destina il 5x1000 alle donne afghane attraverso il CISDA CF: 97381410154
  • Categorie

  • Menu di accesso