OSSERVATORIO AFGHANISTAN

Dalla parte di chi non ha voce



Talebani di lotta e di governo: nuovi orizzonti

Posted on | November 16, 2018

Enrico Campofreda, dal suo blog, 14 novembre 2018
Nella frammentazione della galassia dei turbanti, nel doppiogiochismo della geopolitica, nella tattica dei veti e nelle dinamiche mai morte di amici e nemici fra le parti, l’orizzonte afghano potrà proporre versioni aggiornate di talebani di governo e di combattimento, a favore di potenze mondiali e regionali

Malalai Joya: le coraggiose donne del Kurdistan sono una fonte d’ispirazione

Posted on | October 28, 2018

La lotta congiunta e organizzata delle donne coraggiose del Kurdistan contro le bestie dell’ISIS e il regime dittatoriale di Erdogan è una fonte di speranza e ispirazione. Tratto da ANF News, Orsola Casagrande, 17 ottobre 2018 Traduzione di: Cristina Cangemi, Ester Peruzzi, Dalila Scaglione, Sara Somaini. Malalai Joya è un’attivista, scrittrice ed ex-politica afghana. È […]

Hambastagi, il partito di lotta che sogna il governo

Posted on | May 13, 2018

di Enrico Campofreda, Agoravox, 12 marzo 2018
“La lotta è la soluzione” dicono e si dicono ad Hambastagi, partito minuto ma combattivo di quel degenerato panorama politico afghano, impaludato in una guerra cronica partita da lontano

Afghanistan: Saajs, la giustizia contro il silenzio

Posted on | March 10, 2018

Enrico Campofreda dal suo Blog 10 marzo 2018
Una testimonianza sulle stragi di civili è stata raccolta dal lavoro del Saajs (Social Association Afghan Justice Seekers) impegnata a rilanciare l’apertura di processi contro i crimini di guerra che colpiscono la popolazione afghana di ogni etnìa.

Afghanistan talebano e non

Posted on | February 3, 2018

Enrico Campofreda dal suo Blog. 1 febbraio 2018
La ridda di attentati, talebani o dell’Isis non importa, mostrano e dimostrano: la mancanza di controllo del territorio da parte del governo afghano. Gli agguati a Kabul sono la quintessenza di quanto si consuma negli ultimi diciotto mesi in quel Paese tenuto sotto tutela dalle missioni Nato: un contrasto assillante al proseguimento della vita, in una nazione che normale non è da decenni…
Non solo non si è combattuto il fondamentalismo, né si è normalizzato il Paese, ma sono cresciuti a dismisura caos, precarietà, corruzione. Il fondamentalismo ha incrementato le sue fila, innalzando il vessillo della resistenza contro l’occupazione straniera e trovando seguito fra giovani stretti nella morsa di fare da bersaglio o fuggire. L’indagine della Bbc… ha evidenziato che i talebani sono presenti su oltre il 70% del territorio. Certo a macchia di leopardo, ma con un’invasività, una sicurezza, un’efficacia, un’accoglienza (se per accettazione o per terrore da parte della popolazione è da valutare) evidentissime.
In quelle aree gli assalti a check point, caserme, obiettivi militari e civili, sono variabili, possono essere sporadici o frequenti, isolati o ripetuti, ma continui senza che nessun reparto attaccato vada a caccia dei miliziani, nei luoghi dove si nascondono o dove stazionano alla luce del sole.

“Shaesta Waiz, prima pilota ‘afghana’ …e poi ci sono le vittime”

Posted on | November 12, 2017

Cisda, 15 novembre 2017
I media hanno raccontato di una giovane donna afghana, “eroina” simbolo di speranza per tutte le bambine… Ma chi è realmente Shaesta Waiz? Il popolo vittima della guerra la conosce

keep looking »
  • Privacy

    Privacy Policy

    Informativa Cookie

  • Calendario eventi

    January  2019
    Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
       
      1 2 3 4 5 6
    7 8 9 10 11 12 13
    14 15 16 17 18 19 20
    21 22 23 24 25 26 27
    28 29 30 31  
  • 5×1000 ALLE DONNE AFGHANE

    Destina il 5x1000 alle donne afghane attraverso il CISDA CF: 97381410154
  • Categorie

  • Menu di accesso