OSSERVATORIO AFGHANISTAN

Dalla parte di chi non ha voce



GIALLO FIDUCIA

Posted on | July 22, 2017 immagine1

Costa Fundation Elide 10 maggio 2017
Crediamo che l’unica via verso un mondo migliore, sia l’educazione. Per una donna in Afghanistan l’educazione può rimanere un miraggio anche una vita intera, non se ne parla neanche di una professione o di un’autonomia economica.
Dal 2017 siamo a fianco delle donne di RAWA – Revolutionary Association of the Women of Afghanistan – in Afghanistan, dove, grazie al prezioso aiuto di grandi amici, siamo riusciti ad avviare un progetto pilota di coltivazione di zafferano al femminile.

INSEGNATE LORO A COMBATTERE L’OPPRESSIONE.

Posted on | July 13, 2017

Letteradonna, 11 luglio 2017 L’Afghanistan è il peggior posto al mondo per una donna. Di storie spiacevoli ne sentiamo molte, troppe, da sempre. Perciò stupisce un poster come quello recentemente comparso nelle strade del Paese. «È il momento di studiare e non del matrimonio. Dite no al matrimonio delle bambine», recita il manifesto immortalato dal […]

Video: Il coraggio della musica. L’orchesta femminile di Kabul

Posted on | March 31, 2017 AfcecoDavos

Sabrina Scampini e Danilo Bianchi Rainwes.it 31 marzo 2017
A Kabul è nata una orchestra tutta femminile che sta ottenendo riconoscimenti a livello internazionale.

ASIA/AFGHANISTAN – Il Paese è in grave crisi economica e milioni di bambini non vanno a scuola.

Posted on | March 24, 2017

Agenzia Fides, 24 marzo 2017 Kabul (Agenzia Fides) – Quasi un terzo dei bambini afghani non va a scuola e, in un Paese in guerra come l’Afghanistan, questo fattore aumenta il rischio che cadano vittime del lavoro minorile, che vengano reclutati dai gruppi armati, che vengano costretti a matrimoni precoci o subiscano qualsiasi altra forma […]

«Voglio essere felice»: i disegni delle donne afghane.

Posted on | January 2, 2017 donne_ori_crop_MASTER__0x0

Viviana Mazza Corriere,it 17 dicembre 2016
A fine ottobre, quindici anni dopo l’inizio della guerra in Afghanistan, ho trascorso otto giorni a Kabul. Volevamo raccontare la situazione delle donne nel Paese. L’intervento nel 2001 fu una risposta agli attentati dell’11 settembre ma fu presentato anche come un’opportunità per aiutare le donne afghane oppresse dai talebani. Sul Corriere della Sera abbiamo dato voce a otto di loro, supportate dall’associazione italiana «Cospe». Ci hanno raccontato una realtà dove le leggi, sulla carta, garantiscono oggi parecchi diritti, ma di fatto la violenza — dentro casa e fuori — è rimasta parte integrante della quotidianità. I disegni che pubblichiamo in questo post lo spiegano molto bene. Li abbiamo trovati nella stanza da letto di una casa rifugio gestita da «Hawca», storica organizzazione femminile afghana che collabora con «Cospe». Li hanno fatti donne che si nascondono qui perché sono scappate da mariti che le picchiavano o da padri che volevano costringerle a sposarsi. In questi luoghi segreti trovano protezione, ma si tratta anche di un limbo, perché una volta lasciata la famiglia è «come se fossero morte» — spiegava una di loro —: nei casi migliori non le rivogliono indietro, nei casi peggiori tentano di ucciderle per «onore».

Gli Stati Uniti spendono in Afghanistan milioni per scuole malsane e poco frequentate.

Posted on | November 19, 2016

Rawa News, 10 novembre 2016 By Suad Patton-bey Numerose scuole finanziate dagli Stati Uniti in Afghanistan sono scarsamente frequentate e strutturalmente fatiscenti, mancano di necessitò basilari come l’acqua pulita e l’elettricità, secondo un rapporto di un osservatore. Il rapporto, scritto da John Sopko, Ispettore Generale per la ricostruzione dell’Afghanistan, riporta le osservazioni provenienti da 25 […]

keep looking »
  • Calendario eventi

    December  2017
    Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
       
      1 2 3
    4 5 6 7 8 9 10
    11 12 13 14 15 16 17
    18 19 20 21 22 23 24
    25 26 27 28 29 30 31
  • 5×1000 ALLE DONNE AFGHANE

    Destina il 5x1000 alle donne afghane attraverso il CISDA CF: 97381410154
  • Categorie

  • Menu di accesso