ArsonPianista di talento che sta per completare i suoi studi superiori presso l'Afghanistan National Institute of Music (ANIM), aspirante compositore e direttore d'orchestra che lavora sia con l'Afghan National Symphony Orchestra che con l'Afghan National Youth Orchestra.

Arson è un ambasciatore dei sogni della generazione dei ventenni nati e

...

di Enrico Campofreda, 14 aprile 2021

merlin 180976920 98edcd4c 0644 4254 95ab 423b348c8813 jumbo

Via dall’Afghanistan promette Biden e sceglie la data simbolo dell’11 settembre. Quella della ferita inguaribile per la potenza americana, del sangue e

...

DONA IL 5X1000 al CISDA
C.F. 97381410154

ArsonPianista di talento che sta per completare i suoi studi superiori presso l'Afghanistan National Institute of Music (ANIM), aspirante compositore e direttore d'orchestra che lavora sia con l'Afghan National Symphony Orchestra che con l'Afghan National Youth Orchestra.

Arson è un ambasciatore dei sogni della generazione dei ventenni nati e

...

di Enrico Campofreda, 14 aprile 2021

merlin 180976920 98edcd4c 0644 4254 95ab 423b348c8813 jumbo

Via dall’Afghanistan promette Biden e sceglie la data simbolo dell’11 settembre. Quella della ferita inguaribile per la potenza americana, del sangue e

...

HDP, Uiki, 8 aprile 2021
Hdp, il Partito democratico dei popoli, ha rilasciato una dichiarazione sull'incontro di questa settimana tra i leader dell'Ue e il presidente Erdoğan
Turchia la sconfitta dell HDP
Feleknas Uca e Hişyar Özsoy, i portavoce HDP per gli affari esteri, hanno rilasciato una dichiarazione sull’incontro ad alto
...

Durante la sua visita in Libia il capo del governo italiano ha lodato i cosiddetti "salvataggi" compiuti dalla guardia costiera libica. Indignate per questa offesa a tutte le vittime di violenze e stupri che lì avvengono, il CISDA aderisce all’appello della Rete femminista No muri No recinti-Casa delle donne di Milano

Rete femminista No muri No recinti - 8 aprile 2021

Libia...

Bianca Senatore - Left - 2 aprile 2021

Nel Paese dei papaveri gli estremisti islamici pianificano e realizzano attacchi e omicidi contro giornaliste, insegnanti e operatrici della società civile. Donne e cultura sono i loro incubi più grandi. Mentre il governo di Kabul voleva impedire alle ragazze di cantare in pubblico.

48126008123 d6b20b9d14 b...

Enrico Campofreda, dal suo Blog - 5 aprile 2021

Per scrollarsi di dosso l’epiteto di fantoccio americano o semplicemente per la frustrazione conseguente a questo che per anni è stato il suo ruolo, Ghani fa il classico passo più lungo della gamba e cerca di opporre una sua Road map.

ASF in KabulVanta un attacco

...

Enrico Campofreda dal suo Blog - 1 aprile 2021

5 copy

Più della pandemia da Covid, come in tanti angoli del mondo comparsa nel tardo inverno 2019, è stato l’autunno di quell’anno a obnubilare le informazioni sulla reale utopia che dal 2012 aveva assunto la denominazione di Rojava. I notiziari hanno perso le tracce di quell’Amministrazione Autonoma

...

 amnesty.it - 30 marzo 2021

Ancora attacchi contro donne lavoratrici che erano parte di questa nuova generazione che alimenta una speranza per l’Afghanistan

image001

Tre operatrici sanitarie impegnate nella campagna di vaccinazione contro la poliomielite della popolazione

...

sicurezzainternazionale.luiss.it  - Maria Grazia  Rutigliano -30 marzo 2021

LAW 2

Mentre continuano le violenze sul campo e si moltiplicano gli appelli diplomatici internazionali, le autorità afghane denunciano la convocazione dei comandanti talebani da parte

...

Leformiche.net  - Vas Shenoy 28 marzo 2021

La deadline trumpiana del 1° maggio per il ritiro delle truppe Usa dall’Afghanistan si avvicina. Ma Biden ci sta pensando. Ecco quale ruolo che può giocare l’India

marines afghanistan free wiki media 2 720x390 copy

Con l’accordo di

...

Enrico Campofreda dal suo Blog - 27 marzo 2021

0030753daf42cd1252bf6eec34cd6272 L

Cammina, respira piano, in silenzio nel buio pesto. Il valico del Moncenisio, fra le Alpi Cozie e Graie è a oltre duemila metri. Si sale con pendenze che possono oscillare al 10%. A chi conosce le cime dell’Hindukush, alte il più del doppio di questi monti, il

...

Huffpost - 27 marzo 2021- Giulia Belardelli


In questa intervista l'avvocata turca Nesibe Kırış dà una panoramica degli ultimi avvenimenti che stanno portando la Turchia verso una deriva autocratica, iniziata nel 2011, ma dopo le proteste di Gezi Park nel 2013 la politica si è basata su un rilancio dell'identità nazionale avviando in modo massiccio il processo di soluzione contro i curdi e si è arrivati oggi al ritiro

...

Malalai Joya - Milano, dicembre 2013

Meena Keshwar Kamal

MEENA (1956-1987) è nata a Kabul. Durante il suo periodo scolastico, gli studenti a Kabul e in altre città afghane erano profondamente impegnati in attività sociali e nei crescenti movimenti di massa.
Meena ha lasciato l'università per dedicarsi come attivista sociale ad organizzare le donne ed educarle. Perseguendo la sua causa per ottenere il diritto alla libertà e all'espressione e conducendo attività politiche, Meena ha posto le basi per la fondazione di RAWA nel 1977.
Questa organizzazione intendeva dare voce alle donne dell'Afghanistan private dei loro diritti e costrette al silenzio. Meena iniziò una campagna contro le forze sovietiche e il loro regime fantoccio nel 1979 e organizzò numerose marce e incontri in scuole, college e all'Università di Kabul per sensibilizzare l'opinione pubblica.
Un altro grande servizio reso da lei alle donne afghane è stato il lancio di una rivista bilingue Payam-e-Zan (Il messaggio delle donne) nel 1981. Per mezzo di questa rivista RAWA ha potuto lanciare con coraggio ed efficacia la causa delle donne afghane. Payam-e-Zan ha costantemente denunciato la natura criminale dei gruppi fondamentalisti.

Meena ha anche organizzato le scuole Watan per i bambini rifugiati, un ospedale e centri di artigianato per donne rifugiate in Pakistan per sostenere finanziariamente le donne afghane.
Alla fine del 1981, su invito del governo francese, Meena ha rappresentato il movimento afghano di resistenza al Congresso del Partito Socialista Francese.
La delegazione sovietica presente al Congresso, guidata da Boris Ponamaryev, ha lasciato la sala con vergogna quando i partecipanti applaudivano e Meena mostrava il segno di vittoria.
Oltre alla Francia Meena ha visitato anche vari altri Paesi europei e incontrato le personalità più importanti.
Il suo lavoro sociale attivo e la sua difesa effettiva contro le posizioni dei fondamentalisti e del regime fantoccio hanno provocato l'ira dei Sovietici e dei fondamentalisti; fu assassinata dagli agenti del KHAD (il braccio aghano del KGB) e dai loro complici a Quetta, in Pakistan, il 4 febbraio 1987.

A cura del

CISDA

COORDINAMENTO ITALIANO SOSTEGNO DONNE AFGHANE Onlus
Via dei Transiti 1 - 20127 Milano
Codice Fiscale 97381410154

Copyright © Osservatorio Afghanistan 2021
facebook_page_plugin