OSSERVATORIO AFGHANISTAN

Dalla parte di chi non ha voce



Aderiamo all’appello: L’Unione Europea fermi la repressione in Turchia Lettera aperta a Federica Mogherini, Alto rappresentante dell’Unione Europea per gli affari Esteri  

Posted on | July 27, 2016 petition

progressi.org 25 luglio 2016
Comunicato Stampa : Associazioni, sindacati, reti e ong hanno inviato una lettera aperta a Federica Mogherini, Alto Rappresentante dell’Unione Europea per gli Affari Esteri, in cui esprimono profonda preoccupazione per la deriva autoritaria assunta dal governo turco.

Share on Facebook

URGENTE AZIONE per lo stato di salute di Abdullah Ocalan

Posted on | July 27, 2016 baskan3

UIKI Onlus Ufficio d’Informazione del Kurdistan in Italia 21 luglio 2016
Appello urgente per la sorte del sig. Abdullah Öcalan:
In questo momento critico, richiamiamo le organizzazioni internazionali a tutela dei diritti umani alle proprie responsibilità. Esse devono adoperarsi per scongiurare ogni timore per la sicurezza e la salute del sig. Abdullah Öcalan.

Share on Facebook

Torture in Turchia: Amnesty International chiede osservatori indipendenti per incontrare detenuti

Posted on | July 26, 2016 n_102030_1

Amnesty International 24 luglio 2016
Amnesty International ha raccolto credibili informazioni sui pestaggi e le torture, compresi gli stupri, che stanno avendo luogo in centri di detenzione ufficiali e non ufficiali della Turchia.

 L’organizzazione per i diritti umani ha chiesto che osservatori indipendenti abbiano immediato accesso a tutti i centri di detenzione, tra i quali stazioni di polizia, centri sportivi e palazzi di giustizia.


Share on Facebook

L’Afghanistan fra bombe, vittime, profughi, occupazione nel rapporto Unama

Posted on | July 25, 2016 conseguenze+guerra

Enrico Campofreda dal suo Blog 25 luglio 2016
Le cifre dell’Umana, agenzia Onu, divulgate proprio in concomitanza con l’ultima grande strage di civili avvenuta in Afghanistan, seppure impressionanti, son fredde e testimoniano un incremento del 4% della distruzione di vite e persone dal 2009 a oggi. Dati alla mano l’Onu dice che il 23% dello strazio sui civili è compiuto da soldati di casa agli ordini dell’esecutivo Ghani-Abdullah, e sale al 47% se comparato allo stesso periodo del 2015. Un quadro desolante. Si calcolano poi 157.987 abitanti che dalle zone in conflitto abbandonano quei luoghi e vagano. Vagano da sfollati all’interno del Paese, fuggono spesso oltre i confini orientali, ma soprattutto occidentali alimentando la rotta di profughi e rifugiati.

Share on Facebook

Afghanistan: Onu, record bimbi uccisi da inizio 2016

Posted on | July 25, 2016 FILE - In this April 16, 2016 file photo, an Afghan National Army soldier, left, shouts against the Taliban, after firing a rocket towards Taliban positions, on the outskirts of Kunduz, northern Afghanistan. The Taliban launched multiple attacks in Afghanistan, on Tuesday, July 19, 2016, including on a strategic tunnel in the Hindu Kush mountains that links the capital, Kabul, with the country

Redazione ANSA GINEVRA 25 luglio 2016
Da gennaio a giugno sono stati documentati 1.601 morti civili e 3.565 feriti, per un totale di 5.166 vittime civili.

Share on Facebook

Kabul, il massacro degli odiati hazara.

Posted on | July 24, 2016

Dal Blog di Enrico Campofreda, 23 luglio 2016 E’ stato un lampo, non la luce agognata, a portarsi via decine di afghani d’etnìa hazara. Venivano in gran parte dalla provincia di Bamyan e protestavano contro il governo che aveva cambiato il tragitto della linea d’alta tensione progettata dall’impresa Tutap che coinvolge ben cinque nazioni (Turkmenistan, […]

Share on Facebook
keep looking »
  • Calendario eventi

    July  2016
    Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
       
      1 2 3
    4 5 6 7 8 9 10
    11 12 13 14 15 16 17
    18 19 20 21 22 23 24
    25 26 27 28 29 30 31
  • 5×1000 ALLE DONNE AFGHANE

    Destina il 5x1000 alle donne afghane attraverso il CISDA CF: 97381410154
  • Categorie

  • Menu di accesso